- / Russi in Italia - Forum

, ! .


»  - / Russi in Italia - Forum »  »  2008 (DECRETO FLUSSI 2008)


2008 (DECRETO FLUSSI 2008)

1 4 4

1

"Lavoreremo su flussi compatibili con le possibilità di occupazione nel nostro Paese"

ROMA, 30 ottobre 2008 - I prossimi giorni saranno decisivi per determinare i flussi d'ingresso del 2008.

E' quanto ha spiegato stamane il ministro del welfare Maurizio Sacconi a Stranieri in Italia prima di intervenire alla presentazione del dossier della Caritas-Migrantes.

"Ne discuteremo nei prossimi giorni e faremo in modo di integrare il 2007 e il 2008 fornendo in anticipo le indicazioni per il 2009 - ha spiegato il ministro alla nostra redazione - ma è evidente che quello che sta' accadendo nel mercato globale e putroppo anche nella nostra economia deve indurci a riflettere su flussi compatibili con le possibilità di occupazione nel nostro Paese".

"Dovremmo modulare con attenzione i flussi che potremmo accogliere nel nostro paese - ha sottolineato Sacconi - in termini compatibili con le capacità di occupazione della nostra economia e della nostra società".

Successivamente, intervenendo dal palco, il ministro ha parlato di lavoro, crisi economica e clandestinità.

Nella attuale crisi economica, gli immigrati sono ''più a rischio di perdere il lavoro'' - ha detto Sacconi. "Essendo consapevoli che questa grande crisi restringe gli spazi occupazionali - ha sottolineato - dobbiamo evitare di portare nel nostro paese persone che rischiano la disoccupazione ed occuparci di coloro che gia' sono qui. Probabilmente sono più a rischio gli immigrati di perdere il lavoro''.

Dal rapporto - ha spiegato il ministro - ''emerge che il fenomeno dell'immigrazione non è del tutto integrato e che ha una grande quota di clandestinità. Questa è la cosa che mi preoccupa di più. La repressione sarebbe, per il ministro, la premessa ''per costruire percorsi virtuosi di integrazione e di ingresso destinati ad una ragionevole integrazione. Se rinunciamo a questo, dominerà il fenomeno dei flussi subiti''. Il ministro, che non ha spiegato come avverrà questa repressione contro la clandestinità, ha inoltre sottolineato che ''è nostra intenzione rendere quanto più agevoli gli ingressi delle alte professionalità".

Il ministro è stato anche fischiato dalla platea (fra i quali immigrati, studenti, operatori del settore) che assisteva alla presentazione del dossier. Le proteste sono arrivate quando il ministro stava parlando della ''disintegrazione'' e delle paure che esistono nei confronti degli immigrati (nel lavoro come negli ospedali), una situazione che per il ministro può essere aggravata dalla crisi economica. Sacconi ha dovuto interrompere l'intervento fra fischi e buuuu.

Gli organizzatori del dossier hanno quindi richiamato la platea a tenere un comportamento di ascolto. A questo punto la contestazione si è fermata e Sacconi ha detto: ''Potevo venire qui ed elogiare il rapporto e prendere qualche impegno per l'integrazione. Non rinuncio invece a parlarvi delle paure che ho. Con queste bisogna fare i conti per costruire una solida integrazione. Bisogna partire dalla realtà delle cose, per quanto ci dispiaccia''. Affermazioni che hanno sollecitato un applauso.

Stefano Camilloni

0

2

Ok al decreto flussi 2008: pronto la prossima settimana

I nuovi 170 mila ingressi verranno individuati tra le circa 540 mila domande arrivate in occasione del decreto 2007

ROMA, 6 novembre 2008 - Via libera al nuovo decreto flussi per 170 mila lavoratori stranieri, con una quota rilevante riservata a colf e badanti, nonchè paletti alle domande arrivate da datori di lavoro stranieri.

E' il risultato di una riunione appena conclusasi a palazzo Chigi tra tecnici dei ministeri dell'Interno e del Welfare e della Presidenza del Consiglio.

Definiti gli ultimi dettagli, il decreto sarà formalizzato probabilmente la prossima settimana.

L'accordo, secondo quanto si apprende, è quello di emanare un decreto 'fotocopia' di quello dello scorso anno, anch'esso destinato a 170 mila.
I nuovi 170 mila ingressi verranno individuati tra le circa 540 mila domande arrivate in occasione dell'ultimo decreto.

Il provvedimento varato dal precedente governo riservava 65 mila posti su 170 mila a colf e badanti; nel nuovo decreto questa cifra sarà aumentata.

Inoltre, così come richiesto dai ministri Roberto Maroni e Maurizio Sacconi, saranno fissati dei criteri restrittivi per valutare le domande provenienti da datori di lavoro stranieri.
La soluzione concordata sarebbe quella di ammettere le domande dei lavoratori stranieri che abbiano qualche anno di soggiorno regolare in Italia.

0

3

Articoli Correlati:  flussi 2008, quote, province

Distribuiti i 150mila ingressi. Scarica il prospetto completo


Roma 23 marzo 2009 - Il ministero del Lavoro ha distribuito tra tutte le provincie le 150mila quote del decreto flussi 2008, che saranno assegnate alle domande dassunzione che non sono riuscite  ad aggiudicarsi una quota del decreto 2007.

44600 ingressi sono destinati, indipendentemente dal settore lavorativo, a cittadini di paesi terzi che hanno accordi con lItalia, 105400 ingressi andranno invece a cittadini di altre nazionalità impiegati nel settore domestico (colf e badanti). La distribuzione tra le provincie è stata fatta in base al numero di domande ricevute da ogni sportello unico per limmigrazione.

In ogni provincia, lassegnazione delle quote 2008 inizierà solo quando sarà finita quella delle quote 2007. Ci sono mezzo milione tra famiglie e imprese  che aspettano ancora una risposta per i flussi dingresso degli anni passati: oltre 700mila hanno partecipato ai clic day, ma allinizio di marzo le autorizzazioni rilasciate erano appena 130mila, 70mila erano i bocciati, tutti gli altri non sapevano che fine aveva fatto la loro domanda.

Scarica

La circolare del ministero del Lavoro

La distribuzione tra le provincie delle quote 2008

0

4

Flussi stagionali 2009: così le domande
È già possibile compilare le domande di assunzione. Ecco come

Roma 11 aprile 2009 Dalle 8.00 di oggi si possono compilare le domande per far arrivare in Italia e assumere 80mila lavoratori extracomunitari stagionali, autorizzati ad entrare dal decreto flussi 2009. Le domande potranno essere però spedite via internet solo dalle 8.00 del 15 aprile.

Attenzione: il servizio di Help Deskil servizio di Help Desk del Mnistero dell'Interno sarà disponibile a partire dalle ore 09:00 del giorno 14 Aprile 2009.

I datori di lavoro possono farsi aiutare dalle loro associazioni di categoria oppure fare tutto da soli. Per chi sceglie questa seconda strada, ecco le tappe principali per la presentazione delle domande:

1) Registrazione
Il datore di lavoro deve collegarsi al sito del ministro dellinterno interno.it , entrare nellarea dedicata ai flussi stagionali 2009 e registrarsi, inserendo nome, cognome, data di nascita, un indirizzo di posta elettronica e una password di accesso. Riceverà quindi una e-mail con le istruzioni per confermare la registrazione e attivare la propria utenza.

2) Creazione dei moduli
Inserendo e-mail e password, il datore lavoro registrato può accedere allarea dedicata su interno.it e creare i moduli per le domande di assunzione. Per ogni modulo deve inserire solo i propri dati e quelli del lavoratore stagionale che vuol far arrivare in Italia, la compilazione vera e propria va fatta in un secondo momento.

3) Il software SUI
A questo punto è indispensabile  scaricare e istallare sul proprio computer il software Sportello Unico Immigrazione (SUI).  Su questa pagina trovate  i link per scaricare le versioni di Sui per Windows, Linux e Os e i manuali di istruzioni.

4) Importazione dei moduli
Avviare il software SUI, assicurarsi che il pc sia collegato a internet e cliccare su importa i moduli elettronici nel programma. Si dovranno inserire le solite e-mail e password, dopodiché i moduli attivati precedentemente su interno.it verranno importati nel pc.

5) Compilazione delle domande
In questa fase non è necessario essere collegati a internet. Dalla schermata principale di SUI, cliccare su visualizza domande da compilare e quindi procedere riempiendo tutti i campi della domanda (tipo di contratto che si vuole applicare, dove alloggerà il lavoratore, caratteristiche dellazienda ecc.), quindi salvare in attesa dellinvio.

6) Invio delle domande
Collegarsi a internet e avviare sul proprio pc il software Sui. Cliccare su visualizza  domande da inviare e quindi spedire le domande di assunzione per i lavoratori stagionali. Questa operazione sarà possibile solo a partire dalle ore 8.00 di mercoledì 15 aprile 2009.

0


»  - / Russi in Italia - Forum »  »  2008 (DECRETO FLUSSI 2008)